I NOSTRI TRAGUARDI 2019-01-09T20:20:39+00:00

GRAZIE AL VOSTRO SOSTEGNO, ABBIAMO DONATO:

2018

5 separè e 2 lettini visita per i reparti di Medicina e di Oncologia dell’ospedale di Monfalcone

14 culle e 6 materassi per culla al reparto di Pediatria dell’ospedale di Tolmezzo

Una libreria nella sala d’aspetto del Pronto Soccorso dell’ospedale di Monfalcone

Autovettura Suzuki Celerio destinata all’infermiere di comunità per il rione di Panzano, donata all’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2 Bassa Friulana – Isontina

2017

Due saturimetri e due letti elettrici a quattro sezioni per l’ospedale San Polo di Monfalcone
Allestimento della sala lettura e tv “Gilberto Secco”, al secondo piano della palazzina nell’area nuova del presidio ospedaliero ‘San Polo – San Giovanni’ di Monfalcone, reparto di Medicina

Contributo di 2.000 euro al progetto per l’attivazione del servizio di insegnante domiciliare in favore di Simone, bambino costretto ad affrontare impegnative e costose cure legate a una seria patologia

Inoltre, l’Associazione ha deciso di donare un ulteriore contributo complessivo di 1.000 euro, in buoni e tessere viacard, per l’abbattimento delle spese autostradali e di carburante per le trasferte dovute ai controlli medici del piccolo Simone

Un letto per la casa di riposo di via Crociera di Monfalcone

2016

Macchinario EasyVein – lente digitale che mette in evidenza le vene dei pazienti “difficili” e un letto elettrico a quattro sezioni– per l’ospedale San Polo di Monfalcone

2015

5 televisori, 5 frigoriferi, 5 poltroncine e 5 lettori DIVX per l’allestimento di 5 stanze presso l’Hospice dell’ospedale San Polo di Monfalcone;  3 sedie a rotelle  per il reparto di Medicina del medesimo ospedale
Macchinario TEM (microchirurgia endoscopica transanale) – eradicazione di polipi benigni, precancerosi e inizialmente maligni – per l’ospedale San Polo di Monfalcone

Cinque stanze dell’Hospice dell’ospedale di Monfalcone sono state intitolate alla memoria di persone il cui desiderio di non voltare le spalle ai più deboli e la volontà di fare del bene nel territorio, tramite volontariato e beneficenza, sono stati particolarmente evidenti e non verranno dimenticati

Vanessa Guido
Maestro Elio Tricarico